giovedì 23 Maggio 2024

Coppa Italia: passa l’Udinese ma tanti applausi per il Catanzaro. Alla lunga escono i friulani, qualità e personalità per Vivarini

Condividi

UDINESE-CATANZARO 4-1 (10′ Lovric, 12′ Vandeputte, 49′ Beto, 63′ Thauvin rig., 93′ Lucca)

Passa il turno l’Udinese ma gli applausi vanno al Catanzaro di Vivarini. I giallorossi perdono la loro seconda gara di Coppa Italia alla “Dacia Arena” contro i bianconeri, padroni di casa, ma a testa altissima dopo una gara giocata con personalità e qualità al cospetto di un club di serie A. Bella partita, quella disputata alle 18.00 in Friuli, davanti a una buona presenza di pubblico e la solita encomiabile presenza di tifosi catanzaresi al seguito, anche in questa lunga trasferta in pieno agosto. Avvio di gara di marca Udinese con Thauvin che al 3′ sfugge a Veroli e la mette in mezzo per Beto che viene chiuso in corner da Scognamillo. Al 7′ ci prova Lovric ma il suo tiro è alto. Al 10′ giocata straordinaria di Thauvin che si beve Brighenti e serve a Lovric la palla del vantaggio. Udinese in vantaggio e Catanzaro chiamato a reagire. E detto fatto al 12′ ottimo spunto di Vandeputte nell’area bianconera e il suo destro angolato finisce in rete, con Silvestri che poteva fare sicuramente meglio. Al 14′ Kabasele crossa dalla destra ma la palla viene deviata da Scognamillo che costringe Fulignati ad allungarsi in corner non senza difficoltà. Il Catanzaro continua a fare la sua buona partita con con qualità e personalità. Si vede la mano di Vivarini con la squadra che si mostra equilibrata e coraggiosa al cospetto di un club di A. Succede poco fino a fine frazione quando al 40′ Thauvin libera al tiro Lovric la cui volee’ finisce altissima. Al 44′ percussione di Thauvin, il migliore dei suoi, che di sinistro calcia alto. Si ripete poco dopo ancora Thauvin ma il suo tiro è centrale e bloccato facilmente da Fulignati. Termina così il primo tempo. Il Catanzaro inizia la ripresa con la stessa mentalità e subito al 48′ slalom di Situm che libera al tiro Sounas ma Silvestri risponde presente. Ma un minuto dopo un’incomprensione difensiva del Catanzaro, con un eccesso di sicurezza di Scognamillo, favorisce Beto che con un piatto destro ben mirato batte Fulignati e porta avanti l’Udinese. I calabresi non ci stanno e si ripropongono ancora avanti procurando un calcio di punizione dal limite dell’area al 52′. Ci prova Pontisso ma la sua conclusione è bassa e respinta dalla barriera. Al 59′ carambola in area da un cross di Thauvin e palla che finisce sul palo. All’ora di gioco tiro cross di Zemura che sembra sorprendere Fulignati ma finisce sulla parte alta della rete. Al 63′ Brighenti atterra in area Beto ed è, senza dubbi, calcio di rigore. Si incarica della battuta Thauvin che realizza il goal del 3 a 1, con Fulignati che per poco non riesce a parare il penalty. Girandola di cambi da entrambe le parti con Vivarini che inserisce D’Andrea, Verna e Curcio per Brignola, Sounas e Biasci. Al 78′ ci prova il subentrato Lucca, ex Pisa e Ajax, con un gran tiro che trova l’ottima opposizione di Fulignati. Spazio anche per altri cambi nel Catanzaro con Oliveri e Pompetti che subentrano a Veroli e Pontisso. Quest’ultimo esce tra gli applausi dei tifosi giallorossi ma anche quelli del pubblico di casa, essendo friulano di nascita e cresciuto nel settore giovanile dell’Udinese. Nel finale qualche altra avanzata dell’Udinese e il solito Thauvin sfiora il goal con una carambola rocambolesca che per poco non sorprende Fulignati. Nel recupero Pompetti sfiora il goal dagli sviluppi di una punizione ma il gioco è fermo per offside. Sull’azione successiva il poker di Lucca con un tocco sotto meraviglioso sul filo del fuorigioco. Termina così 3 a 1 per l’Udinese contro gli ottimi giallorossi di Vivarini. Ora testa al campionato per il Catanzaro con il debutto sabato prossimo alle 20.30 in casa della Cremonese.

IL TABELLINO AL FISCHIO D’INIZIO:

Udinese (3-5-2): Silvestri; Kabasele, Bijol, Masina; Festy, Zarraga, Walace, Lovric, Zemura; Thauvin, Beto.
A disposizione: Padelli, Piana, Guessand, Success, Kamara, Ferreira, Abankwah, Aké, Lucca, Semedo, Camara, Pejicic, Nwachukwu, Zunec.
All. Sottil

Catanzaro (3-5-2): Fulignati; Veroli, Brighenti, Scognamillo, Situm; Pontisso, Sounas, Ghion, Vandeputte; Brignola, Biasci.
A disposizione: Sala, Borrelli, Krastev, Welbeck, D’Andrea, Verna, Curcio, Pompetti, Bombagi, Olivieri, Katseris.
All. Vivarini

Arbitro: Valerio Minelli di Varese

Assistente 1: Vittorio Di Gioia di Nola

Assistente 2: Davide Moro di Schio

Quarto Ufficiale: Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa

VAR: Eugenio Abbattista di Molfetta

Assistente al Var: Gianpiero Miele di Nola

Note: Angoli 3-1

Foto: Area Comunicazione U.S. Catanzaro

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...