giovedì 23 Maggio 2024

Biasci a PSB: “Spero di fare più gol possibili. L’obiettivo è la salvezza, ma non ci poniamo limiti”

Condividi

Intervistato in esclusiva da PianetaSerieB, l’attaccante giallorosso Tommaso Biasci, ha parlato dell’impatto con il campionato cadetto e delle sue aspettative da qui alla fine della stagione: “In Serie C era da 4-5 anni che andavo vicino alla Serie B. A Padova avevo perso campionato a pari punti e finale playoff ai rigori; l’anno prima persi la semifinale col Catanzaro mentre a Carpi ai quarti. La voglia di misurarmi con la Serie B era tanta e quest’anno ero più carico che mai. Non ho avuto paura perché ci sono arrivato al momento giusto, con la maturità giusta ma soprattutto nel contesto e nella squadra giusta: ero convinto di fare bene”.

“Gli ultimi anni li avevo giocati in squadre che partivano coi favori del pronostico e dunque le avversarie giocavano molto chiuse e gli spazi non c’erano ed i difensori ovviamente erano meno livellati rispetto a quelli di Serie B. In cadetteria sto notando che tutte le squadre si giocano la partita e per un attaccante in certi frangenti è più facile perché ci sono più spazi ma per un altro verso è difficile perché il livello dei difensori e dei portieri è molto più alto. Come squadre, invece, è complesso affrontarne una che mette 10 difensori”.

“La squadra che mi ha impressionato di più’? Dico il Parma per qualità individuali e forza fisica ed il campionato che stanno facendo lo sta dimostrando. Poi mi son piaciute anche Venezia e Como”.

“Diciamo che già dall’anno scorso avevamo l’idea che vincendo il campionato di Serie C saremmo stati in grado di giocarci anche le partite in B. I dubbi erano tanti perché qualcuno aveva esperienza nel campionato ma altri come me siamo esordienti. Già l’anno scorso quando stavamo dominando il campionato in spogliatoio si parlava che secondo noi con qualche ritocco si poteva fare bene ed al momento è proprio così”.

“Sin da quando ho iniziato a giocare a calcio professionistico il mio sogno è sempre stato quello di andare il più in alto possibile. Quest’anno tocco la Serie B per la prima volta in un contesto ideale: tutto il lavoro individuale che sto facendo bene parte dall’ambiente perfetto che c’è a Catanzaro, dal Mister alla società sino ai tifosi. A livello individuale spero di fare più gol possibili e che ovviamente questi gol possano portare punti importanti come sta accadendo. Come squadra non ci poniamo né obiettivi né limiti: abbiamo nel mirino la salvezza e se dovesse arrivare altro di più sarà tutto di guadagnato”.

“Ho come hobby la musica ma soprattutto viaggiare. Purtroppo possiamo viaggiare solo a maggio o giugno ma appena capita una pausa di qualche giorno cerco sempre di viaggiare. Mi piace conoscere le persone, le culture e le etnie diverse. In estate sono stato a Bali in Indonesia e per la prossima estate già stiamo parlando di qualcos’altro. Voglio capire e conoscere il mondo fuori dal nostro che sembra una bolla: voglio conoscere più persone possibile. L’altro hobby che ho è quello delle sneaker, sono malato delle scarpe”.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...