giovedì 23 Maggio 2024

Ascoli-Catanzaro 1-0: giallorossi “leggerini” cedono al gioco duro dei marchigiani

Condividi

Per la trasferta al Del Duca, mister Vivarini schiera dieci undicesimi della formazione vista nell’ultima partita: Fulignati in porta; in difesa Katseris, Scognamillo, Brighenti e Krajnc; a centrocampo Sounas, Ghion, Pompetti e Vandeputte; in attacco Biasci e Ambrosino. L’Ascoli di Castori, di contro, si dispone con un 3-4-1-2: Viviano in porta; in difesa Bellisci, Botteghin e Quaranta; a centrocampo Bayeye, Giovane, Di Tacchio e Falasco; Masini a sostegno delle due punte Mendes e Rodriguez.
Al 14′ i padroni di casa passano in vantaggio con Mendes abile a sfruttare un’ottima imbucata di Pedro Rodriguez, con la difesa giallorossa colpevolmente ferma.
Immediata la reazione delle Aquile che sfiorano il pareggio con un colpo di testa del solito Katseris.
Al 23′ l’Ascoli va vicino al raddoppio con Pedro Rodriguez che devia sulla traversa un bel traversone in area di Bayeye.
Il resto del primo tempo è un susseguirsi di falli commessi dai padroni di casa (ammoniti Falasco, Rodriguez e Botteghin).
Il secondo tempo non presenta circostanze degne di nota, ad eccezione della vergognosa condotta posta in essere dai giocatori marchigiani.
La squadra di Castori, anche grazie alla connivenza di un direttore di gara profondamente inadeguato per la categoria, commette una quantità sconfinata di falli, simulazioni e perdite di tempo.
Come ultima beffa, il sig. Santoro concede appena 5 minuti di recupero, a fronte di 10 sostituzioni e perdite di tempo per almeno altri 5 minuti.
Al termine della partita, o meglio l’indegno spettacolo offerto dai padroni di casa, molto simile ad una partita di calcio dilettantistico, quantomeno con riferimento alle condotte serbate dagli ragazzi di Castori, il tabellone del Del Duca dice Ascoli 1 Catanzaro 0.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...