mercoledì 24 Luglio 2024

GIANNI BUI

Condividi

Gianni Alessio Bui (Serramazzoni, 5 maggio 1940)

Carriera

Crebbe nelle giovanili della Lazio, sotto la guida di Fulvio Bernardini; esordì non ancora ventenne a Napoli, nelle file della Cirio, in Serie C e si mise presto in luce; l’anno successivo, tornato alla Lazio, esordì in Serie A nel corso del campionato 1960-1961 in occasione del successo esterno (2-5) sul Napoli del 19 febbraio 1961.Bui (in piedi, primo da destra) capitano del Verona nel 1969-1970

L’anno successivo passò in prestito al Pisa, nuovamente in Serie C, e nel 1962-1963 approdò alla SPAL. Lanciato da Paolo Mazza per sostituire Erwin Waldner e far coppia con Carlos Cezar De Souza e Carlo Novelli come titolare delle formazione ferrarese, iniziò così a giocare con regolarità in A.

Nel 1964 fu acquistato dal Bologna assieme a Muccini ma, a differenza di quest’ultimo, non trovò spazio e venne ceduto, l’anno successivo, al Catanzaro e poi al Verona, contribuendo alla promozione dei gialloblu in A del 1967-1968 con 12 reti. Nel 1968-1969 fu vice-capocannoniere con quindici reti dietro a Riva a pari merito con Anastasi

Passato al Torino, fu presto chiuso dagli emergenti “gemelli del gol” Graziani Pulici. Chiuse dopo due anonime stagioni con Milan Varese.

In carriera ha totalizzato complessivamente 188 presenze e 48 reti in Serie A e 102 presenze e 45 reti in Serie B.

TESTO: Wikipedia

Sezioni

Leggi altro

Ultimi contenuti