mercoledì 24 Luglio 2024

Iemmello, Biasci e Pontisso piegano l’Avellino. Catanzaro in tripudio a +14. Ora il match ball a Crotone

Condividi

Corrispondente: Lorenzo Fazio

CATANZARO-AVELLINO 4-1 (12′ Ricciardi, 29′ Biasci rig., 69′ Iemmello, 88′ Biasci, 90′ Pontisso)

Non si ferma più il “Cinema” Catanzaro e arriva una nuova entusiasmante vittoria. A farne le spese è l’Avellino di Rastelli che ha messo in difficoltà la truppa Vivarini ma non così tanto da ostruirne il cammino. Il Catanzaro vola a + 14 sul Crotone che pareggia a Picerno e si prepara al meglio al derby di lunedì prossimo. Alla gara odierna invitati dalla società giallorossa gli scout del gruppo Satriano 1, 30 tra ragazzi e bambini con 10 accompagnatori tra cui il parroco di Satriano Marina don Michele Fontana catanzarese doc e tifoso e seguace del Catanzaro fin dall’infanzia essendo nato a 200 mt dallo stadio. Solito avvio sprint del Catanzaro che alla prima azione di gioco si rende pericoloso con l’asse Biasci-Verna con questo l’ultimo che calcia di poco a lato. Al 5′ ancora Verna al tiro, su assist di Iemmello, ma la sfera finisce alta. Al minuto 8 Vandeputte pennella per la testa di Biasci ma la sua girata è sopra la traversa. Anche Ghion ci prova un minuto dopo ma il suo tiro è fuori misura. Risponde l’Avellino con un tiro cross di Ricciardi e al 12′ arriva il goal che non ti aspetti. Ospiti in vantaggio con Marconi che mette dentro di testa un tiro fuori misura di capitan Tito. Veementi proteste del Catanzaro per un presunto fuorigioco che sembra non esserci. Ammonito Fulignati. Al 22′ il Catanzaro prova a rendersi pericoloso e il pubblico reclama un penalty per atterramento di Biasci in area. Il rigore viene assegnato più tardi al minuto 29 al Catanzaro e Iemmello cede a Biasci il tiro. Il 28 giallorosso si fa parare il rigore ma realizza sulla ribattuta facendo esplodere di gioia il “Ceravolo”. Sul finire di frazione, in pieno recupero, Iemmello ispira Vandeputte ma il sinistro del belga finisco di un nulla sul fondo. Thè caldo per le due squadre sul risultato di uno a uno. Nella ripresa il Catanzaro scende in campo determinato a vincere la partita. L’Avellino ci prova al minuto 8 con Falcone dalla distanza ma Fulignati si oppone in tutto. Il Catanzaro risponde con una grande giocata di Vandeputte che si libera al tiro in area ma trova una grande opposizione di Pane. Sulla respinta il tiro dalla distanza di Verna è debole e facile preda di Pane. Al 14′ Iemmello si fionda di prima intenzione su una palla di Ghion dalla destra ma miracolo di Pane nega la gioia del goal al bomber catanzarese. Ancora Ghion protagonista tre minuti più tardi ma stavolta per l’accorrente Biasci che non sfrutta il gran pallone messo a disposizione dal compagno e in spaccata manda il pallone di poco fuori. Al 18′ Verna prova la conclusione dalla distanza, su appoggio di Iemmello, ma Pane blocca in presa bassa. Al 20′ occasionissima per Scognamillo in aerea che manda la sfera alta in area di rigore. Qualcosa da ridire per il “biondo” difensore giallorosso con il greco Sounas che forse voleva esserel servito per una migliore visione della porta. Al 24′ della ripresa il Catanzaro passa in vantaggio con il solito sigillo di Iemmello. Brighenti favorisce l’incursione del “Re” di Catanzaro che entra in area e di destro batte Pane mandando in delirio il “Ceravolo”. Poco dopo rosso per fallo da ultimo di Auriletto su Biasci e punizione dal limite per il Catanzaro con il piatto destro di Vandeputte che fa gridare al goal i presenti. Ancora le Aquile pericolose nella metà campo irpina sfiorando il goal ancora con la coppia Biasci-Iemmello e successivamente con il subentrato Brignola in ben due occasioni. Lo stesso Brignola è protagonista nel goal del poker che porta la firma di Pontisso, da poco sceso in campo. Triplice fischio liberatorio per un Catanzaro ancora una volta strepitoso nel tripudio dello stadio “Ceravolo”. Lunedì prossimo il match ball del campionato con il derby di Calabria contro il Crotone allo stadio “Ezio Sfida”. Che bello è… il Catanzaro!

IL TABELLINO AL FISCHIO D’INIZIO:

CATANZARO (3-5-2): Fulignati, Brighenti, Fazio, Scognamillo, Situm, Sounas, Ghion, Verna, Vandeputte, Biasci, Iemmello. A disp. Sala, Grimaldi, Tentardini, Welbeck, Bombagi, Brignola, Pontisso, Curcio, Gatti, Katseris, Cinelli, Cianci. All. Vincenzo Vivarini

AVELLINO (3-5-2): Pane, Moretti, Benedetti, Auriletto, Ricciardi, Mazzocco, Matera, D’Angelo, Tito, Marconi, Russo. A disp. Marcone, Sottini, Garetto, Gambale, Di Gaudio, Casarini, Maisto, Trotta, Perrone. All. Massimo Rastelli

Arbitro: Simone Galipò di Firenze

Assistenti: Mattia Regattieri di Finale Emilia e Marco Cerilli di Latina

Quarto ufficiale: Giuseppe Mucera di Palermo

Note:
dati vendita gara AVELLINO
7.372 biglietti (216 ospiti)
2.405 abbonati
9.777 Totali presenze
incasso: 120.000 circa

Leggi altro

Ultimi contenuti