martedì 21 Maggio 2024

Le voci del post gara: Vivarini per il Catanzaro, Rastelli e Marconi per l’Avellino

Condividi

VIVARINI: “CROTONE GRANDE SQUADRA. DOBBIAMO FARE CIO’ CHE SAPPIAMO”

Le parole dell’allenatore del Catanzaro Vincenzo Vivarini dopo la vittoria contro l’Avellino e in vista del derby contro il Crotone: “E’ stata una partita vera contro una squadra di livello. La squadra mi ha dato un segno di grande apprendimento. Sfida difficile e preparata su due tre moduli non sapendo come venivano. Loro erano tutti chiusi ma la nostra squadra ha un elevato tasso di apprendimento. Abbiamo avuto la pazienza di lavorare su spazi ristretti e vedere se loro si aprivano. Lavoro meticoloso della squadra e grandi complimenti alla squadra. Eri difficile, quasi impossibile, trovare gli spazi tra la linee. Loro volevano una gara sporca, sono una squadra fisica. Il rigore è nato su un’azione perfetta e precisa attaccando la profondità. Loro nel secondo tempo hanno abbassato l’attenzione e noi siamo usciti fuori arrivando in porta facilmente. Complimenti veramente a questi ragazzi che stanno facendo un lavoro importante. Chiudendosi in mezzo ci hanno dato spazio sulle fasce. In questo contesto tattico non era facile per Vandeputte ma ha fatto cose importanti, tra cui procurarsi il rigore. E’ stata una bella partita, giocata bene da entrambe anche se hanno un pò mollato loro nella ripresa. Abbiamo vinto la gara a inizio ripresa aprendo Brighenti e dando spazio a Ghion senza spostare le loro posizioni. Volevamo avere più spazio tra le linee. I ragazzi leggono già loro le cose anche se di fuori si legge un tantino meglio. Fazio e Brighenti sono stati pazienti e hanno imbucato nei momenti giusti. Livello di apprendimento alto. I nostri principi di oggi portano ad occupare gli spazi, volevamo lavorare su Iemmello e sugli inserimenti. Ghion ha occupato più volte gli spazi e ha un’intelligenza tattica fuori dalla norma. Lui si orienta, non ripetiamo sempre gli stessi concetti o giocate perchè ogni gara ha situazioni diverse a cui doversi adattare. Abbiamo la possibilità di preparare bene la prossima partita anche se mancano ancora molte gare. Dobbiamo essere applicati, la gara con l’Avellino ce lo dimostra. Il Crotone è una grandissima squadra e noi dobbiamo essere bravi a fare ciò che sappiamo fare. Il pubblico mi lascia senza parole, i ragazzi lo meritano perchè stanno facendo qualcosa di straordinario. Tutto ciò da una soddisfazione immensa e una gioia indescrivibile. Mi sono girato e la gente non andava via dallo stadio, che era quasi totalmente pieno. Cantavano tutti, non solo la curva. Un abbraccio immenso ai tifosi del Catanzaro”.

Rastelli: “Un risultato troppo pesante per la prestazione che abbiamo fatto”
“Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, cercando d’imbrigliarli, lasciando pochi spazi, siamo andati in vantaggio e, a mio avviso, c’era un rigore su Ricciardi e, nella ripresa, il Catanzaro è riuscita ad aggiudicarsela”, commenta così la pesante sconfitta Massimo Rastelli. “Noi abbiamo commesso numerosi errori sulle distanze, gli abbiamo concesso spazi in area di rigore e l’espulsione c’ha messo in enorme difficoltà. Alla fine, penso, un risultato troppo pesante per la prestazione che abbiamo fatto. Dovevamo fare una partita diversa dalle altre, rubando palla e ripartendo. Nella ripresa siamo calati e i loro cambi hanno fatto la differenza. Hanno mostrato tutto il loro potenziale. Noi abbiamo avuto infortuni che c’hanno penalizzato. Dobbiamo recuperare energie soprattutto nel reparto nevralgico. Al di là della classifica, dobbiamo prendere atto del momento. Dobbiamo dare ancora di più per fare punti”, conclude. (avellinotoday.it)

Marconi: “Abbiamo limitato il Catanzaro ma poi ci siamo complicati tutto da soli”
“Abbiamo fatto la partita che avevamo preparato”, afferma Michele Marconi. “Abbiamo limitato bene il Catanzaro, purtroppo ci siamo complicati la strada da soli. Se riusciamo a essere compatti, a realizzare quello che proviamo in settimana, possiamo dare fastidio. Abbiamo giocato a viso aperto e, adesso, ripartiamo dai primi 60 minuti di oggi. Non guardiamo la classifica, mancano ancora tante partite e cerchiamo di risalire”, conclude. (avellinotoday.it)

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...