martedì 21 Maggio 2024

E ora anche il pubblico si sBilancia… A Crotone per completare il “Capolavoro Vivarini” e il sogno di Floriano Noto

Condividi

Una giornata di festa in più e una in meno al traguardo. È questo il bilancio del “sabato giallorosso” andato in scena ieri nel “Cinema Ceravolo” con il Catanzaro che gioisce nuovamente per una vittoria e si avvicina sempre più al grande oBiettivo. E si con la “B” in grande, grandissima evidenza, tanto che il pubblico si è sbilanciato, come mai accaduto in stagione, al grido di “Serie B, Serie B” a squarciagola dagli spalti dello stadio generando un entusiasmo travolgente che ormai coinvolte tutti. Il capolavoro di mister Vincenzo Vivarini con i suoi calciatori perfetti interpreti di un gioco straordinario, di un’idea lontana ben progettata e di un’alchimia perfetta desiderata col cuore. C’è gloria per tutti, dai calciatori autentici beniamini, al mister inneggiato con cori e striscioni fino al presidente Noto, acclamato a furor di popolo e vero direttore d’orchestra di questa macchina perfetta che è il Catanzaro. Con l’Avellino per buona parte della gara qualche cuore era venuto meno. Irpini in vantaggio e un po’ di fatica per le Aquile ma il “sentore” che quest’anno non ce ne sia proprio per nessuno aleggia da parecchio tempo nell’ambiente giallorosso.

E allora la squadra viene fuori, come sempre, con caparbietà e ribalta il risultato col solito Biasci e con il Re Iemmello, l’uomo della provvidenza, il figlio di questa città e chi più ne ha più ne metta. Ancora Biasci e Pontisso mettono la ciliegina sulla torta ad un poker atteso, voluto e ribaltato col cuore e la spinta di un popolo che ha gremito il “Ceravolo” in quasi diecimila unità. E ora il derby di Crotone. Il “Monday Night” che non sarà una supersfida perché di super quest’anno c’è stato solo il Catanzaro. La squadra di Vivarini, organizzata a inizio anno col lavoro certosino dei direttori Foresti e Magalini, andrà a chiudere il cerchio in casa dei pitagorici cercando di stringere sempre più i tempi per poter decretar chiusa la pratica “Serie B”. Una vittoria in quel di Crotone e i successivi tre punti giovedì 16 al “Ceravolo” col Monterosi potrebbero già consegnare la promozione al Catanzaro, qualora il Crotone non facesse risultato pieno ad Andria. Calcoli, pensieri, quante ne passano in queste ore dalla testa e dal cuore dei tifosi del Catanzaro. Ed era ora osiamo dire. Cuori giallorossi godetevi il viaggio, la meta si intravede e il riscatto di un popolo sta per arrivare. È l’ora dell’orgoglio Catanzarese!

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...