giovedì 23 Maggio 2024

Catanzaro-Monterosi 3-0: Le pagelle di Aurelio Fulciniti

Condividi

Fulignati 6.5 – Quasi mai impegnato, si dedica praticamente solo all’ordinaria amministrazione e a gestire il pallone con i piedi.

Martinelli 7.5 – Partita di grande spessore difensivo, con qualche sbavatura rivelatasi in fin dei conti innocua. A tutto questo aggiunge il suo terzo gol stagionale.

Brighenti 8 – Davanti al suo tempismo e alla sua suprema scelta di tempo, gli attaccanti avversari che passano dalle sue parti anche stavolta non hanno modo né occasione di nuocere.

Scognamillo 8.5 – In difesa è assolutamente granitico, in più dà una costante presenza a centrocampo e sulla sua fascia in fase d’attacco. In più sblocca anche il risultato, anche lui al terzo gol stagionale.

Brignola 7 – Instancabile sull’esterno, prezioso anche in fase di copertura (Dall’82’ Cianci 6- – Ha una buona palla gol, fallita).

Sounas 6.5 – Niente giocate da ricordare, ma tatticamente nello scacchiere giallorosso fa valere la sua presenza in varie fasi (Dal 74’ Welbeck 6 – Utile in interdizione).

Pontisso 8 – Molto valido nel dettare i tempi di gioco, altrettanto nella fase di interdizione. Volitivo (Dal 74’ Katseris 6.5 – Dà una gran palla gol a Cianci, non sfruttata).

Verna 8.5 – Instancabile e implacabile nel contenere gli avversari e nel dare equilibrio alla squadra. È l’uomo ombra, ma indispensabile (Dall’62’ Cinelli n.g.).

Vandeputte 9 – Fila via agli avversari con la stessa velocità di un Frecciarossa e sempre col piede attaccato al pallone. Fa il bello e il cattivo tempo. All’ennesimo assist – stavolta da calcio d’angolo – abbina un terzo gol della partita prodigioso, seminando tre avversari come birilli e mettendo in rete un sinistro in diagonale difficile quanto imprendibile.   

Iemmello 7- – Sbaglia un gol clamoroso nel primo tempo, ma è sempre più un jolly al servizio della squadra. Anche quando non segna il suo lavoro è sempre importante.

Biasci 7 – Sbaglia anche lui un gol clamoroso, ma è instancabile nel pressing e soprattutto nell’aggredire la profondità (Dal 64’ Curcio 6 – Prova varie giocate, ma alcune pretenziose o troppo difficili).

Allenatore Vivarini 9 – Questa squadra può giocare come vuole lei, anche in surplace – per usare un termine caro al ciclismo – domina la gara. Se poi si alza anche la velocità, è solo gioia per tutto il pubblico giallorosso. Ora manca un solo passo e il tanto sognato traguardo può diventare realtà. E il merito va alla lucidità e alla sapienza tattica del nostro condottiero. 

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...