martedì 21 Maggio 2024

Potenza-Catanzaro 3-2: Le pagelle di Aurelio Fulciniti

Condividi

Sala 6- – Incerto sul primo gol subito, incolpevole sugli altri due. Alcuni interventi validi, ma nel complesso non dà impressione di sicurezza.
Brighenti 5 – Irriconoscibile, con una quantità di errori che da parte sua non avevamo mai visto. E nonostante questo è stato il meno peggio del trio difensivo.
Fazio 4 – Sconcertante. Lento e disattento, dalla sua parte passa chiunque e al centro dell’attacco i potentini fanno ciò che vogliono. Inguardabile.
Gatti 4 – Anche dalla sua parte, chi passa fa il bello e il cattivo tempo. Fermo, immobile e amorfo in occasione dei gol subiti.
Katseris 6 – Non brillante nel primo tempo, si riscatta ampiamente nella ripresa con un maggiore dinamismo, con il cross che fa da assist perfetto per Iemmello e con un salvataggio sulla linea che limita un passivo peggiore e tutto sommato immeritato (Dall’84’ Rolando n.g.).
Sounas 7 – Ottimo, presente a ciclo continuo, si disimpegna bene e dà qualità e dinamismo a centrocampo. In più segna un bel gol con un tiro preciso e impeccabile (Dall’84’ Cianci n.g.).
Pontisso 5.5 – Ha giocato partite molto migliori. L’ultima non è stata all’altezza (Dal 77’ Bombagi n.g.).
Verna 5.5 – Non caparbio e determinato come al solito, anche lui incontra grossissime difficoltà in fase di copertura.
Tentardini 3.5 – Distratto quando c’è da difendere, inesistente quando c’è da spingere (Dal 62’ Situm 7 – Cambia radicalmente la partita, seminando il panico sulla fascia e nella difesa avversaria. Poteva entrare prima).
Iemmello 7 – Ha smania di gol e si vede sempre. Nel secondo tempo segna un comodo gol – ma i gol facili non sono mai esistiti per nessuno, è tutta una questione di rapidità e di tempismo e non tutti ce l’hanno – e dopo aver servito l’assist per il gol di Sounas crea altre situazioni incisive ma che per sfortuna non portano al gol.
Biasci 5 – Fallisce un gol nel primo tempo, ma nonostante la presenza assidua sul fronte d’attacco non ha altre occasioni per rendersi pericoloso (Dal 62’ Curcio 6 – Non riesce ad essere pericoloso, ma le sue doti tecniche gli permettono di provare spesso la giocata).

All. Vivarini 5.5 – Il turnover stavolta non lo favorisce e ne viene fuori il Catanzaro più svagato e spento della stagione. Prova a raddrizzare le cose nella ripresa, con le sostituzioni, riuscendoci in parte. Anche il più grande tenore può fare una stecca e proprio per questo – permetteteci di dirlo – bisogna assolutamente continuare e ripartire con Vivarini.

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...