sabato 22 Giugno 2024

Aquile, lo zoccolo duro e il prestito di Ghion la base su cui ripartire. Sul mercato piacciono Antonini e Kouda

Condividi

Dopo l’annuncio alla festa promozione del rinnovo del condottiero Vivarini, il Catanzaro inizia a gettare le fondamenta della squadra che verrà. Molti protagonisti della splendida cavalcata che ha riportato le Aquile in B hanno, naturalmente, gli occhi di molti club puntati addosso ma difficilmente il club rinuncerà ai vari Iemmello, Scognamillo, Vandeputte e Fulignati. Solo qualche offerta da capogiro potrebbe far tentennare il presidente Noto ma staremo a vedere. L’altro nodo da sciogliere è legato ad Andrea Ghion, arrivato in prestito la scorsa estate dal Sassuolo. Le prestazioni del centrocampista hanno attirato l’attenzione di molti club ma non è detto che il giocatore non rinnovi il prestito col Catanzaro, forte della stagione disputata e dello splendido rapporto con la piazza e con la squadra che si è venuto a creare. Del resto anche Noto in una recente intervista nel post promozione aveva detto di non vedere problematiche nell’eventuale rinnovo del prestito dal Sassuolo. Sarà comunque una situazione che si vedrà in seguito. Sul fronte entrate i nomi forti che girano in queste sono, in realtà, due conoscenze già citate in precedenza. Il difensore del Taranto Antonini, il cui nome è circolato nei giorni successivi alla promozione matematica del Catanzaro, e il talento del Picerno Kouda, accostato fortemente ai giallorossi nel mercato di gennaio e con molto interesse da parte di società di serie A e di serie B.

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...