martedì 21 Maggio 2024

Lecco-Catanzaro 3-4: Le pagelle di Aurelio Fulciniti

Condividi

Fulignati 6 – Compie alcuni ottimi interventi, ma è anche colpevole in occasione del primo gol del Lecco e appare troppo fermo, senza uscire, nelle varie occasioni in cui il Lecco fa il bello e il cattivo tempo in area piccola nella ripresa.

Situm 6.5 – Valido in fase difensiva, prezioso ed efficace in quella offensiva. (Dal 58’ Katseris 6 – Ha il merito di entrare subito in partita, con impegno e volontà).

Scognamillo 6 – Solido ed efficace come sempre, non commette errori gravi e si rende anche pericoloso quando avanza.

Brighenti 6.5 – A parte qualche sbavatura nella ripresa, dei difensori puri è senz’altro il più lucido.

Krajnc 6 – Sui tre gol subiti e su palla inattiva è il più distratto, ma nell’ambito di una prestazione di esperienza e qualità.

Sounas 6.5 – Tatticamente prezioso e dinamico nel centrocampo giallorosso, spinge con Situm in ottima simbiosi e fra le giocate, offre quella che porta al secondo gol. (Dal 69’ Pompetti s.v).

Ghion 6.5 – Nella zona nevralgica del centrocampo è sempre il principale punto di riferimento e tocca un’infinità di ottimi palloni.

Pontisso 7 – Qualità e quantità. Recupera e smista senza sosta, imbeccando i compegni in attacco e non disdegnando la pericolosa conclusione in porta. (Dal 58’ Verna 7 – Efficace copertura ed in più il gol del 3-2).

Vandeputte 7.5 – Sulla fascia sinistra semina il panico come sempre, esegue un perfetto cross per il gol di Irmmello, sfiora a ripetizione il gol a inizio ripresa e poi segna, beffando il portiere Melgrati.

Biasci 6 – Attivissimo, gli manca solo il gol. Avrebbe potuto sfruttare meglio un’occasione nel primo tempo. (Dal 67’ D’Andrea 6.5 – Estroso ed efficace, verticalizza una grande palla gol per Donnarumma, che la sciupa appena entrato).

Iemmello 7.5 – Bomber ritrovato e in piena forma. Segna un gol, ma potrebbe segnarne altri due. Il palo e il portiere avversario gli negano ulteriori gioie. (Dal 67’ Donnarumma 7 – Sciupa una buona occasione, ma poi si rifà entrando di prepotenza nell’azione del terzo gol e segnandone un altro con splendida freddezza).

All. Vivarini 7 – Un Catanzaro dominatore in campo, che si complica la vita nella ripresa, quando i giochi sembrano fatti. Un calo di concentrazione a cui si saprà porre rimedio nelle prossime gare. Nel complesso, una partita di ottimo ritmo e livelli di gioco alti.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...