martedì 21 Maggio 2024

Vivarini dopo Sudtirol-Catanzaro: “I tifosi giallorossi mi lasciano sempre senza parole. Merito alla squadra che ha resistito”

Condividi

Vittoria importantissima per il Catanzaro che al “Druso” di Bolzano batte il Sudtirol per uno a zero grazie ad una grande rete di Iemmello alla fine del primo tempo. Queste le parole di mister Vivarini al termine del match: “Oggi abbiamo incontrato una vera squadra di serie B. Una squadra solida, caratteriale con un gioco semplice che ci portava ad allungarci. Ci hanno fatto correre tanto e sono stati bravi nelle loro semplice ma efficaci soluzioni offensive. E’ stata una partita sofferta perché dovevamo essere bravi ad accorciare e a rimettere la squadra sempre in posizione. E’ stata complicata anche sotto l’aspetto tattico però diciamo che per lunghi tratti della partita siamo riusciti a fare quello che sappiamo fare, e questo è un plauso importante per i miei giocatori a cui gli faccio i complimenti. In settimana avevamo preparato la partita ricreando questa capacità di allungare la squadra. La squadra ha recepito molto bene e non abbiamo mai concesso occasioni importanti. Nel primo tempo insomma abbiamo avuto diverse situazioni che hanno legittimato il risultato”.

“La cosa da segnalare è che non abbiamo preso goal. Questa è una cosa che c’eravamo prefissati. Venire a giocare uno stadio così e non prendere goal è qualcosa di importante. Siamo riusciti a fare una rete di ottima fattura ricercando una giocata che avevamo analizzato in settimana. Loro fanno il classico gioco veloce di serie B che sotto l’aspetto fisico ti surclassa. Merito alla squadra che ha resistito”.

“Il goal prima dell’intervallo è una casualità perché abbiamo creato molto anche prima. Abbiamo avuto parecchie occasioni che potevamo sfruttare meglio. L’importante è la prestazione, noi oggi abbiamo avuto la capacità di tenere il campo e di avere un buon possesso palla. C’è poco da dire alla mia squadra, anche il sacrificio è una cosa più importante e noi lo mettiamo sempre in evidenza. Oggi i ragazzi hanno lottato fino all’ultimo e siamo molto contenti”.

“Oggi bisogna fare un applauso a tutta la squadra. Anche il reparto difensivo oggi è stato sollecitato da due attaccanti molto fisici e ingombranti che hanno lottato su tutti i palloni come dei leoni. La linea difensiva ha retto bene e c’è da essere contenti. Oggi a centrocampo lavoravamo con i raddoppi dei due mediani sui loro attaccanti perché sapevamo che questa ricerca dell’attaccante, questa apertura in ampiezza che loro facevano l’abbiamo anche subita. Abbiamo dovuto faticare nell’accorciare però oggi l’applauso è per tutta la squadra, anche per chi che non ha giocato ma che in panchina aiutava i compagni al sacrificio. Oggi siamo a 1200 km da Catanzaro e avere non solo il settore ospiti ma penso la maggior parte dello stadio di tifosi del Catanzaro è una cosa che mi lascia sempre senza parole. Io li ringrazio, anche i ragazzi adesso si sono immedesimati in loro e si sentono forti anche grazie a loro. Speriamo di continuare così”.

“Se fosse entrato il pallone di Stoppa ci saremmo dovuti alzare tutti perché è stato veramente un tocco di grande classe. Anche D’Andrea è riuscito a tenere palla. Oliveri ha giocato bene. Questi ragazzi devono avere la possibilità. Io quando si vince difficilmente cambio formazione perché comunque bisogna rimanere attaccati al risultato e in linea di massima devono aspettare le occasioni giuste. Nel momento in cui vengono schierati sono pronti. Anche Veroli quando è entrato è stato impeccabile, ha risolto tutti i problemi che si erano creati lì a sinistra e quindi solo parole di elogio”.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...