martedì 21 Maggio 2024

Vivarini dopo Catanzaro-Feralpisalò 3-0: “Nel secondo tempo siamo venuti fuori alla grande. Non guardiamo la classifica”

Condividi

Terza vittoria consecutiva per il Catanzaro di mister Vivarini, che al “Ceravolo” batte la Feralpisalò tre a zero portandosi momentaneamente al secondo posto in classifica. Queste le parole del tecnico abbruzzese in conferenza stampa al termine del match: “A fine primo tempo abbiamo resettato la fase di non possesso perché siamo stati poco attenti nel primo tempo, in cui abbiamo fatto bene però abbiamo concesso troppe ripartenze e sono venuti meno alcuni accorgimenti che avevamo preparato, che sono stati eseguiti con superficialità, e questo poi lo paghi. Nel secondo tempo è andata molto meglio perché abbiamo alzato l’aggressività, abbiamo rimesso a posto l’aspetto del non possesso e di conseguenza siamo venuti fuori alla grande legittimando decisamente il risultato”.

“Gli episodi bisogna crearli, se andiamo a vedere il primo goal è stato quasi identico a quello di Donnarumma a Lecco. Lavorando bene in fase di possesso i risultati sono quelli: gli rubi balla e si apre la possibilità di avere episodi a favore. E’ chiaro che poi i risultati li fai nel momento in cui hai i giocatori giusti e soprattutto con la testa giusta. Noi non abbiamo 10-11 giocatori ma 24-25. Oggi ad esempio mi dispiace di non aver fatto giocare d’Andrea, ma sono tutti i giocatori che stanno sul pezzo durante la settimana e che vogliono tutti i risultati. Chiaramente qualcuno si deve accontentare di subentrare e altri hanno la fortuna di partire dall’inizio, quindi ci deve stare una giusta competizione tra di loro. Il gruppo è buono, il rispetto tra di loro è infinito”.

“Iemmello e Donnarumma hanno fatto molto bene. Potevamo segnare subito con Donnarumma, c’è stata una bella combinazione tra lui e Iemmello, con il portiere loro che ha fatto una grande parata. Siamo molto contenti del lavoro che stanno facendo e quindi oggi c’è stata questa possibilità perché comunque bisogna bisogna ragionare sempre di tenere tutti vivi, tutti sul sul pezzo e bisogna dare rabbia a chi magari si accontenta di giocare, che deve sapere di dover spingere sempre al massimo creando questa competizione. Non è importante chi parte dall’inizio ma la squadra. Iemmello oggi ha giocato più da rifinitore, ed è una cosa che ci ha dato spazio e respiro nel gioco. Bisogna avere tante soluzioni da mettere in campo a seconda del tipo di avversario. Oggi era la partita che noi ci aspettavamo: loro molto chiusi c’era bisogno di un finalizzatore in più, perché comunque Donnarumma quando è in area di rigore è un giocatore molto pericoloso”.

“In queste due settimane abbiamo lavorato molto sotto l’aspetto dell’intensità, della cattiveria e soprattutto l’aspetto atletico. Riguardo Donnarumma penso che si sia visto, adesso la condizione comincia a essere quella buona e abbiamo la possibilità di avere un altro giocatore con la giusta condizione. Iemmello è un giocatore secondo me straordinario, l’importante è tenerlo con la testa giusta. E’ un ragazzo eccezionale che può giocare dove lo metto. Oggi poteva fare meglio sulla posizione, sul fatto che loro alzavano sempre la mezzala e aprivano sempre molto spazio sul lato di Vandeputte. Noi dobbiamo assolutamente consolidare questa categoria e questo è il nostro obiettivo. La partita di oggi dimostra che se noi abbassiamo un po’ di intensità, di cattiveria e di rabbia è un problema. E’ chiaro che la classifica faccia piacere ma si guarda a marzo/aprile. In questo momento può creare solo ed esclusivamente dei problemi. I tifosi sono uno spettacolo, ogni fine partita mi metto a guardarli ed è giusto che abbiano entusiasmo. Bisogna comunque stare con i piedi per terra perchè le partite in Serie B sono sempre equilibrate”.

“La fase difensiva noi la facciamo in avanti. Nel primo tempo è mancata quell’attenzione sulla fase del non possesso, invece quando lavoriamo bene come squadra Brighenti si esalta, Scogna si esalta e anche Veroli oggi è stato qualcosa di straordinario, come lo stesso Katseris. La squadra comunque li mette nelle condizioni per poter intervenire con palloni facili. Speriamo di fare bene fino alla fine”.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...