sabato 18 Maggio 2024

Oliveri: “A Catanzaro mi trovo davvero bene, un pubblico così non si vede ovunque. L’obiettivo è quello di stare in alto”

Condividi

Dopo Nicolò Brighenti, è intervenuto in conferenza stampa anche l’esterno giallorosso Andrea Oliveri, tornato titolare nella sconfitta di sabato scorso. Queste le sue parole: “Quella con il Modena è stata sicuramente una sconfitta amara. Prendere goal negli ultimi minuti non è la cosa più piacevole al mondo, ma si sta lavorando per cercare di migliorare rispetto alle ultime partite, e di ritrovare gli equilibri. Abbiamo fatto molto bene ma c’è qualcosa da aggiustare. L’atteggiamento deve essere sempre il solito, dobbiamo entrare in campo con la mentalità giusta pensando di fare risultato. Tutta la squadra la pensa allo stesso modo e di conseguenza andremo a Venezia con con la solita cattiveria che mettiamo sempre in campo”.

“In base a quello che chiede il Mister e alle esigenze della squadra io mi adatto. Diciamo che ho sempre fatto ruoli più offensivi ma questo per me cambia poco. A Venezia ci sarà bisogno di maggiore attenzione e dobbiamo tornare a fare ciò che stavamo facendo di buono, giocando come sappiamo”.

“Mi sto trovando veramente bene con l’idea di gioco che abbiamo, e penso che qualsiasi giocatore si troverebbe bene con questo calcio. Io penso solamente a dare sempre il massimo in allenamento, a migliorare per me stesso e per la squadra. Le decisioni poi le prende il mister”.

“Con quest’idea di calcio che abbiamo ero sicuro che avremmo fatto bene. Dobbiamo continuare così pensando ad esprimere il nostro calcio e migliorare sempre di più a livello caratteriale. Secondo me facendo questo ci toglieremo grandi soddisfazioni”.

“Dalla prima partita al Ceravolo sono state delle sensazioni indescrivibili. C’è un pubblico che non si vede ovunque, poi io essendo del sud più o meno so com’è, ma viverlo in prima persona dà sempre un altro effetto”.

“Rispetto a Frosinone l’obiettivo non cambia, anzi è un qualcosa che si prefissa la società, però poi all’interno dello spogliatoio tutto cambia. Ora stiamo facendo molto bene e penso che l’obiettivo di tutti i ragazzi sia quello di guardare in alto, per cui non vedo grandi differenze”.

“L’espulsione con lo Spezia è stata un’ingenuità veramente pesante, non solo a livello personale perchè avrei potuto proseguire la striscia di partite da titolare, ma soprattutto per la squadra, perché comunque nonostante vincessimo già tre a zero ho comunque lasciato la squadra in inferiorità numerica”.

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...