domenica 19 Maggio 2024

Catanzaro, il giro di boa della Serie B segna un nuovo inizio per i giallorossi

Condividi

Nell’edizione odierna della “Gazzetta del Sud“, il giornalista Andrea Celia Magno ha parlato dell’inizio del girone di ritorno della squadra di mister Vivarini. Questo il nostro approfondimento:

Il Catanzaro, al giro di boa della stagione tra i cadetti, sta pianificando un nuovo sprint per ripetere il successo ottenuto nel girone d’andata. Nonostante l’assenza pesante di Ghion, il club sta preparando il terreno per un ritorno in forza, con l’importante rientro di giocatori chiave come Iemmello. La sfida contro il Lecco al “Ceravolo” venerdì sera rappresenta un’opportunità cruciale per rilanciarsi, specialmente dopo tre sconfitte consecutive, ricordando che un terzo dei punti totali ottenuti finora è arrivato nelle prime quattro partite.

La trentina di punti accumulati nel girone d’andata è uno dei più alti nella storia giallorossa della Serie B in ventinove campionati. Questo successo è frutto di un calcio divertente e coraggioso, incarnato da una squadra che gioca a memoria, esaltando le qualità individuali dei giocatori. Una prestazione così brillante al giro di boa è stata raggiunta solo altre due volte nella storia del club: nella stagione 1972-73 e nell’edizione 1965-66.

Tuttavia, le Aquile dovranno evitare gli errori del passato, poiché in entrambi i casi in cui hanno chiuso l’andata a quota trenta, hanno seguito girone di ritorno sottotono. Ora, senza distrazioni e con l’orchestra di Vivarini ben concentrata, il Catanzaro mira a replicare il successo di stagioni come il 1975-76, dove ottennero il terzo posto a metà torneo, o il 1970-71, che li vide terminare al settimo posto in mezzo al cammino.

L’allenatore, mantenendo un profilo basso e focalizzandosi sulla conservazione della categoria, potrebbe considerare l’opzione di ripartire con il turbo per consolidare la posizione e allontanarsi dalla zona calda della classifica. Le prossime sfide contro Lecco e Feralpisalò rivestono un’importanza fondamentale, in quanto entrambe le squadre stanno cercando di risalire dopo un avvio difficile.

Fino a dicembre, il Catanzaro ha dominato contro le squadre posizionate dietro di loro in classifica. Ripetere questo successo contro Lecco e Feralpisalò sarebbe il massimo, preparandosi poi ad affrontare sfide più impegnative contro squadre di calibro come il Palermo e lo Spezia.

Il calendario asimmetrico presenta un interessante parallelismo, poiché due delle prime quattro avversarie nel girone di ritorno saranno le stesse affrontate nelle prime quattro d’andata (Lecco e Spezia, seppur con un ordine diverso). Con il rientro di Iemmello, il Catanzaro spera di ottenere almeno dieci punti nel prossimo poker di partite. Anche se difficile, non è impossibile, e i giallorossi sono determinati a provarci, dimostrando di essere pronti per un altro sprint di successo.

Foto: US Catanzaro 1929

Leggi altro

Ultimi contenuti

Contenuto della pagina...